صفحه را انتخاب نمایید


Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, oggi prendiamo in esame un verbo che ha molti significati e che viene spesso usato in espressioni e modi di dire, il verbo valere. Vale la pena conoscerlo meglio!

Buona lettura!

Prof. Anna

Il verbo valere, a seconda dei significati, può essere sia intransitivo e quindi avere essere come ausiliare, sia transitivo, con ausiliare avere.

Vediamo insieme alcune forme della sua coniugazione:

• presente indicativo: io valgo, tu vali, lui vale, noi valiamo, voi valete, loro valgono;

• futuro semplice: io varrò. tu varrai, lui varrà ecc.;

• passato remoto: io valsi, tu valesti,egli valse ecc.;

• congiuntivo presente: io valga ecc.

• condizionale presente: io varrei, tu varresti, egli varrebbe ecc.

• participio passato: valso;

• participio presente: valente.

Vediamo ora i vari signifcati di questo verbo  seguiti dalle espressioni e i modi di dire  formati da esso:

Valere nella forma intransitiva può significare:

avere forza, potenza, autorità:

farsi valere: far rispettare con decisione la propria autorità, mettere in risalto le proprie doti: ha saputo farsi valere sul lavoro in poco tempo;

far valere le proprie ragioni: sostenere le proprie ragioni, far sì che vengano ascoltate e accettate:  ho fatto valere le mie ragioni e sono riuscito a convincere il mio capo a darmi un aumento di stipendio;

avere doti, qualità, capacità:

valere per due, per tre, per dieci: assommare in se le capacità di due, tre, dieci persone e quindi essere molto abile: Marco nei lavori di fatica vale per dieci, è molto forte;

essere vero, essere valido, nello sport o in vari giochi contare per la vincita o la perdita, essere conforme alle regole: non vale, io non goico più!; Marta ha guardato le mie carte, perciò la partita non vale;

avere un determinato valore o prezzo:

valere un tesoro, valere un occhio della testa, valere tanto oro quanto pesa: queste espressioni indicano cose, ma anche persone, di grande valore, prezzo, pregio o qualità;

non valere un cavolo, non valere una cicca, non valere un fico secco: essere privo di ogni valore;

valere la pena: si usa per dire che qualcosa merita il sacrificio che si è fatto per ottenerla: valeva la pena fare tanta strada per vederti, mi mancavi molto; al contrario non valere la pena si usa per dire che qualcosa non merita il sacrificio che si è fatto per ottenerla: parlare con lei è inutile, non ascolta nessuno, non ne vale la pena!;

il gioco non vale la candela: il significato è simile all’espressione precedente, si utilizza quando si vuole esprimere la propria riluttanza a compiere un sacrificio che non farà ottenere un risultato proporzionato allo sforzo;

→ essere analogo, uguale, comparabile:

uno vale l’altro: si dice di cose o persone che si equivalgono e si intende di solito che tutte e due valgono poco: scegli pure tu il progrmma che preferisci vedere stasera in tv, per me uno vale l’altro (=non ho una preferenza);

Attenzione: nella maggior parte degli esempi precedenti, il verbo è determinato da un complemento di valore o di prezzo che, essendo formato senza alcuna preposizione, può essere in taluni casi sentito come un complemento oggetto, dando così al verbo una costruzione transitiva.

Nella forma transitiva significa: fare avere; procurare: la mia distrazione mi valse duri rimproveri;

Nella forma intransitiva pronominale significa: avvalersi; servirsi: è bene valersi dei consigli altrui;

Usi particolari:

tanto vale; tanto valeva; tanto varrebbe: significa l’inutilità pratica di un’azione, si usa per esprimere che lo stesso effetto si potrebbe o si poteva ottenere anche in altro modo, più semplice, o meno faticoso:  se già eri convinto di non farcela, tanto valeva rinunciare subito;

vale a dire significa questo significa che: si usa per chiarire un’affermazione precedente o per esprimere più apertamente ciò che poteva essere sottinteso: non c’è niente in casa da mangiare, vale a dire che mangeremo fuori.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. L'espressione "uno vale l'altro" significa:
    • che una cosa è meglio di un'altra
    • che due cose si equivalgono
  2. L'espressione "valere la pena" si usa:
    • per dire che qualcosa merita il sacrificio che si è fatto per ottenerla
    • per dire che qualcosa non merita il sacrificio che si è fatto per ottenerla
  3. L'espressione "vale tanto oro quanto pesa" indica:
    • qualcosa che vale molto
    • qualcosa che vale poco
  4. L'espressione "vale a dire" si usa per:
    • chiarire un'espressione precedente
    • sottolineare che quello che si è detto ha grande valore
  5. L'espressione "farsi valere" significa:
    • essere una persona di grande valore
    • mettere in risalto il proprio valore
  6. L'espressione "non vale" significa:
    • non è valido
    • è privo di capacità
  7. L'espressione "il gioco non vale la candela" si usa:
    • per dire che il valore di qualcosa non è proporzionato allo sforzo fatto per ottenerla
    • per dire che il valore di qualcosa è proporzionato allo sforzo fatto per ottenerla
  8. L'espressione "non valere una cicca" significa:
    • avere grande valore
    • essere privo di ogni valore
  9. Scegli la frase corretta:
    • Se dobbiamo aspettare l'autobus che è in ritardo, tanto vale andare a piedi.
    • Se dobbiamo aspettare l'autobus che è in ritardo, molto vale andare a piedi.
  10. Scegli la frasi corretta:
    • Luca è Luca un ragazzo molto insicuro, non riesce mai a farsi valere le proprie ragioni.
    • LucLuca è un ragazzo molto insicuro, non riesce mai a far valere le proprie ragioni.