0 خرید
Telegram: @ipcitaliano info@alirezadadfar.ir


Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, questa settimana vedremo come usare le forme di cortesia in maniera corretta. Quali sono i pronomi di cortesia per il singolare e per il plurale? Come si accordano gli aggettivi e i participi passati in presenza dei pronomi di cortesia? Scopriamolo insieme.

Buona lettura!

Prof. Anna

I PRONOMI ALLOCUTIVI

Quando ci si rivolge direttamente, a voce o per iscritto, a qualcuno, si usa una particolare categoria di pronomi personali che si chiamano allocutivi.

I pronomi allocutivi si dividono in due categorie:

confidenzialitu e voi si usano quando ci si rivolge a persone con cui si ha una buona confidenza (parenti, amici, bambini ecc.), e in situazioni non soggette a formali convenzioni sociali: ciao Mario, come stai (tu)?;

di cortesia lei e loro si usano in contesti più formali, quando ci si rivolge a persone di riguardo o con le quali non si ha particolare familiarità: buongiorno Signore, come sta (lei)?.

PRONOMI ALLOCUTIVI DI CORTESIA

Per il singolare si usa il pronome lei. Si usa la terza persona perché, nell’usarla, è come se non ci si rivolgesse direttamente all’interlocutore interessato, ma all’”autorità” che rappresenta o può rappresentare.

Accanto al pronome di cortesia lei c’è anche Ella, che però, ormai, viene usato solo in casi di particolare ufficialità: Ella, signor Presidente, ha voluto farci l’onore di…

Per il plurale si può scegliere tra voi e loro. Loro si usa come variante più formale, mentre voi si preferisce a loro in situazioni formalmente meno marcate, per esempio:

  • al bar, il barista si rivolge ai clienti: Loro cosa prendono?;
  • in casa, ci si rivolge a invitati anche non molto familiari: Voi, che cosa prendete?.

Il pronome voi è d’obbligo quando ci si rivolge, nello stesso tempo, a persone con cui si hanno rapporti di familiarità e ad altre con cui si hanno rapporti più formali: Voi due, tu, Maria, e lei, signora Rossi, dovreste sedervi qui.

Questi pronomi di cortesia possono anche essere scritti con la lettera maiuscola in casi di particolare deferenza e rispetto.

Per quanto riguarda le forme atone utilizzate quando ci si rivolge direttamente a qualcuno in maniera formale, si userà:

per il singolare:

  • la (come oggetto diretto): La saluto Signor Rossi;
  • le (come oggetto indiretto): Signor Rossi, le volevo chiedere una cortesia;

per il plurale:

  • li, le (come oggetto diretto maschile e femminile): Signori, li prego, si accomodino; Signorine, le devo salutare;
  • loro (come oggetto indiretto maschile e femminile per lo più posposto al verbo): Signore e signori, rivolgo loro il mio saluto.

ACCORDO CON I PRONOMI DI CORTESIA

Il verbo va concordato col pronome allocutivo usato, quindi va alla terza persona singolare quando si usa lei o Ella, alla seconda plurale quando si usa il voi e alla terza plurale quando si usa loro.

Quando si usa lei o Ella, le forme del pronome riferite all’interlocutore vanno sempre al femminile: scusi, professore, volevo chiederle una cosa.

Per quanto riguarda l’accordo con eventuali aggettivi o participi passati di solito l’accordo si fa a seconda del sesso dell’interlocutore: Lei, signor Rossi, è molto buono; Signor Rossi, lei è invitato alla cena; Signora Rossi, lei è invitata alla cena.

Se però l’allocutivo è in forma di pronome atono, il participio può accordarsi al femminile anche se ci si riferisce a un maschio: Professore, l’ho sentita parlare alla conferenza di ieri.

Nell’uso più formale e ricercato l’accordo è al femminile (è abbastanza raro): Signor Rossi, lei è invitata alla cena. Quando si usa Ella, l’accordo al femminile è obbligatorio: Ella, Signor Rossi, è invitata a cena.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Mi scusi Signore, avrei bisogno di un'informazione.
    • Mi scusa Signore, avrei bisogno di un'informazione.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Prego Signora, si sieda vicino a me.
    • Prego Signora, siediti vicino a me.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Signorina, le vorrei invitare a cena.
    • Signorina, la vorrei invitare a cena.
  4. Scegli la frase corretta:
    • La saluto Signora, le manderò una cartolina.
    • La saluto Signora, la manderò una cartolina.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Dottoressa, vorrei pregarle di ricevermi.
    • Dottoressa, vorrei pregarla di ricevermi.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Caro Professore, lei è molto generosa.
    • Caro Professore, lei è molto generoso.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Signorina, vorrei rivolgerle le mie scuse.
    • Signorina, vorrei rivolgerla le mie scuse.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Dottore, non l'ho vista ieri nel suo studio, era uscito prima?
    • Dottore, non l'ho visto ieri nel suo studio, eri uscito prima?
  9. Scegli la frase corretta:
    • Signorina, mi dispiace, non volevo offenderla.
    • Signorina, mi dispiace, non volevo offenderle.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Signor Rossi, vorrei proporla un affare.
    • Signor Rossi, vorrei proporle un affare.

Share This