0 خرید
Telegram: @ipcitaliano info@alirezadadfar.ir


Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, l’estate è alle porte e anche quest’anno il blog va in vacanza.

Questo articolo è l’ultimo prima della pausa estiva, ma torneremo a settembre con nuovi articoli e nuovi approfondimenti.

Vi ricordo che potete continuare a scrivermi anche durante l’estate e sottopormi i vostri dubbi.

Ringrazio tutti per la grande partecipazione, sono le vostre domande e i vostri interventi che rendono questo blog uno spazio di condivisione e di approfondimento.

Buona estate a tutti!

Prof. Anna

Oggi vorreti salutarvi con una poesia di Salvatore Quasimodo intitolata Estate.

Salvatore Quasimodo (Modica, 20 agosto 1901 – Napoli, 14 giugno 1968) è stato un poeta italiano, esponente dell’ermetismo.

Nel 1959 ricevette il premio Nobel per la letteratura.

Questa poesia, breve ed essenziale, evoca, attraverso il riferimento alle cicale, l’atmosfera tipica dell’estate.

D’altra parte, che estate sarebbe senza cicale?

 

Cicale, sorelle, nel sole

con voi mi nascondo

nel folto dei pioppi

e aspetto le stelle.