صفحه را انتخاب نمایید


Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog,  questa settimana riprendiamo il nostro studio dei complementi indiretti, cioè quei complementi che si legano al verbo indirettamente ovvero per mezzo di una preposizione. In particolare vedremo i complementi di tempo determinato e continuato.

Buona lettura!
Prof.  Anna

Il complemento di tempo serve a richiamare, a chiarire le circostanze temporali in cui i fatti si svolgono; questo significa determinare l’epoca, la data, l’ora in cui i fatti avvengono o sono avvenuti.

Questa determinazione di tempo risponde alla domanda “quando?” e prende il nome di complemento di tempo determinato.

Se invece si determina la durata dello svolgimento dei fatti la domanda sarà “per quanto tempo?” e questa determinazione prende il nome di complemento di tempo continuato.

COMPLEMENTO DI TEMPO DETERMINATO

Il rapporto di tempo determinato è solitamente espresso mediante un sostantivo con significato temporale (ora, giorno, mese, anno, minuto, epoca, secolo ecc.). Il complemento di tempo determinato può essere introdotto da: in, a, di, al tempo di ecc., talvolta non ha un elemento introduttivo.

Gli elementi che introducono il complementi di tempo determinato più frequenti sono:

in e a che introducono un significato di precisa collocazione nel tempo: sono nato nel 1980; mi sono svegliata all’alba;

di che introduce espressioni con valore avverbiale: di sera, di giorno, di notte, d’inverno, d’estate ecc.;

con che introduce la circostanza di tempo in coincidenza della quale avviene il fatto di cui si parla: mi sono alzato col sole;

al tempo di, nel periodo di, in occasione di, al tempo di: ci siamo conosciuti in occasione della laurea di suo figlio;

circa, intorno a, presso, su che si usano per indicare circostanze di tempo approssimate: siamo arrivati intorno alle tre, finirò di lavorare intorno a mezzogiorno.

Come abbiamo detto a volte non c’è un elemento introduttivo, questo accade quando si indica una data o un tempo preciso: sono nato il 7 aprile 1980, o in caso di indicazioni temporali che indicano un’abitudine: il venerdì vado in palestra.

Ci sono poi altre determinazioni temporali che rintrano nel tempo determinato e rispondono alle seguenti domande:

entro quanto tempo? Gli elementi introduttivi in questo caso sono: in, entro, nel giro di, nel tempo di: finirò la relazione in poco tempo;

ogni quanto tempo? Si può esprimere in vari modi: la lezione c’è ogni sabato (il sabato-tutti i sabati); ti pagherò mensilmente (ogni mese);

quante volte in un dato tempo? Si può esprimere in vari modi: prendo il treno due volte al giorno per andare al lavoro, vado in montagna una volta all’anno;

quanto tempo prima o dopo? Sono partita un giorno prima di te; Marco è arrivato un’ora dopo la tua partenza;

quanto tempo fa? Indica un fatto già avvenuto rispetto al presente, la quantificazione del tempo è seguita da fa: sono arrivati tre giorni fa.

COMPLEMENTO DI TEMPO CONTINUATO

Risponde alla domanda “per quanto tempo?” e può essere introdotto da:

per, durante: è piovuto per tutto il giorno, mi sono addormentato durante la lezione; a volte per può essere sottinteso: restero in città (per) tre mesi;

su, intorno a, circa, all’incirca: indicano la durata approssimativa: lavora tutti i giorni sulle otto ore; circa e all’incirca possono anche essere posposti: ho riposato due ore circa;

• il complemento di tempo continuato può essere introdotto anche da avverbi di quantità: poco, molto, tanto, parecchio, abbastanza: oggi ho studiato parecchio.

Ci sono poi altre determinazioni temporali che rintrano nel tempo continuato e rispondono alle seguenti domande:

da quanto tempo? Esprime un fatto che dura ancora nel momento in cui si parla o nel momento in cui accade il fatto narrato, in questo caso l’elemento introduttore è da: stanno discutendo da un’ora;

per quando? Fino a quando? Indica il punto terminale nel tempo per un’azione già iniziata o ancora da iniziare, in questo caso gli elementi introduttori sono per e fino a: farete questo tema per domani, per consegnare il lavoro hai tempo fino a domani;

da qui a quanto tempo? Si introduce con le preposizioni tra o fra: ci vediamo fra un’ora;

con quale progressione nel tempo? In questo caso gli elementi che introducono sono: di…in, da…all’altro: migliori di giorno in giorno, ha cambiato opinione da un giorno all’altro.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Nella frase "verrò da te in serata" è presente un complemento di:
    • tempo determinato
    • tempo continuato
  2. Scegli la frase corretta:
    • Ricordo che in quella sera ci divertimmo molto.
    • Ricordo che quella sera ci divertimmo molto.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Il treno parte intorno alle otto.
    • Il treno parte intorno le otto.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Questo palazzo è stato costruito molti anni fa.
    • Questo palazzo è stato costruito fa molti anni.
  5. Nella frase "non ho dormito tutta la notte" è presente un complemento:
    • di tempo determinato
    • di tempo continuato
  6. Scegli la frase corretta:
    • Tuo figlio cresce in anno di anno.
    • Tuo figlio cresce di anno in anno.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Pioverà fino domani.
    • Pioverà fino a domani.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Durante all'intervallo della partita, telefonerò a mia madre.
    • Durante l'intervallo della partita, telefonerò a mia madre.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Gli esami ci saranno nel 10 settembre.
    • Gli esami ci saranno il 10 settembre.
  10. Scegli la frasi corretta:
    • Il tempo è cambiato improvvisamente da un giorno all'altro.
    • Il tempo è cambiato improvvisamente da un giorno in un altro.